In netta ripresa in Italia, e un po’ in tutto il mondo, il comparto della ristorazione. La fine delle restrizioni imposte dalla pandemia ha riportato il piacere della convivialità che si esprime anche, e soprattutto, a tavola e fuoricasa.

Così in Italia nel 2022 il settore ha realizzato un giro d’affari di 82 miliardi di euro con un incremento del 26% sul 2021. Bene anche nel resto del mondo con un fatturato globale che ha raggiunto i 2.600 miliardi.

Secondo un rapporto di Deloitte sulle “Frontiere evolutive per il settore del Foodservice” appena diffuso, inoltre, cresce l’appeal dei ristoranti italiani nel mondo con una penetrazione di mercato del 19% per un valore complessivo di 228 miliardi (+11% sul 2021).

Il trend di crescita si conferma anche per il 2023. Nel primo semestre si attende un fatturato complessivo dei consumi fuoricasa in Italia di circa 65 miliardi con un aumento del 14% rispetto ai primi sei mesi del 2022.

Bene sta andando soprattutto la ristorazione veloce che segna un +10% grazie alla progressiva cessazione dello smart working che aveva drasticamente ridotto i consumi presso ristoranti, bar, tavole calde ecc. Ma positivi riscontri sta avendo anche la ristorazione tradizionale con una domanda in crescita del 4,5% sempre nel primo semestre.

Sulla base di questo trend c’è un moderato ottimismo per la seconda metà dell’anno.

Pesano naturalmente le incertezze legate all’aumento di prezzi e tariffe e alla conseguente erosione del potere d’acquisto degli italiani. Tuttavia i consumi alimentari sembrano meno esposti a riduzioni di spesa rispetto ad altri vista la confermata disponibilità dei nostri concittadini a mangiare fuori casa soprattutto se a fronte di un’offerta di proposte innovative e di servizi maggiormente qualificati.

Il successo della cucina italiana nel mondo, poi, spinge anche le esportazioni delle nostre eccellenze alimentari. Secondo un’analisi di Coldiretti sono state pari a 31,7 miliardi nel primo semestre 2023 con un incremento del 7,7%, rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.