Seleziona una pagina

Vincenzo Boccia, presidente di Confindustria, alla fiera di Rimini in occasione del Meeting per l’amicizia tra i popoli: gli orizzonti da esplorare, le conquiste da compiere, l’impegno per favorire l’occupazione giovanile e il grande feeling con la Riviera.

di Alessandro Caprio

Il presidente Boccia al Meeting 2017 alla fiera di Rimini (Foto Imagoeconomica)

Uomo di comunicazione, oggi al vertice di Confindustria, Vincenzo Boccia ha rilanciato dalla fiera di Rimini, in occasione del Meeting, le sue proposte per la crescita e l’occupazione giovanile.

Presidente, che sviluppo vede nei settori fieristico e congressuale?
Fiere e congressi sono un utilissimo mezzo di comunicazione perché ricostruiscono l’antica piazza dove i protagonisti di mondi diversi s’incontrano e confrontano idee, soluzioni, progetti e ne vengono arricchiti. Non solo opportunità di business ma di crescita culturale, attraverso cui diffondere e acquisire conoscenza in modo diretto e immediato.
In un mondo di comunità virtuali, c’è ancora tanto bisogno di guardarsi negli occhi e stringersi la mano. Rispettando le tendenze dei tempi, sarà utile costruire piattaforme dove reale e virtuale possano integrarsi per un servizio sempre migliore a beneficio di chi offre e di chi domanda”.

Il settore comunicazione è in crisi e spesso i grandi social media sembrano, paradossalmente, non interessarsi alle persone. C’è una via d’uscita?
A essere in crisi sono le forme tradizionali di comunicazione, non la comunicazione in quanto tale. Anzi, grazie alle nuove tecnologie le modalità di comunicazione si sono moltiplicate tanto da poter parlare di un eccesso di comunicazione che spesso dimentica la sua funzione principale, che è l’ascolto. Virtuosi sono tutti quegli esempi che stanno sulla frontiera della modernità senza dimenticare la qualità dei contenuti.
Oggi è possibile essere protagonisti della comunicazione puntando sulle idee prim’ancora che sulle tecnologie e in tutto questo le capacità delle persone acquistano un’importanza fondamentale. Nel grande e sempre più allargato mondo della comunicazione, nel quale assume una particolare rilevanza l’abilità della narrazione unita all’aderenza ai fatti, ci sono un orizzonte da esplorare e nuove conquiste da compiere”.

Quali sono le proposte di Confindustria per l’occupazione dei più giovani?
La proposta di Confindustria per i giovani riguarda un’azione risoluta e coraggiosa rivolta alla loro inclusione nel mondo del lavoro attraverso l’azzeramento dei contributi per i primi tre anni a fronte di assunzioni incrementali e a tempo indeterminato.
Un’azione shock in grado di coinvolgere almeno 900mila under 29 per un investimento che promette di rientrare molto presto a ragione degli effetti che è in grado di promuovere: aumento della domanda legato alle nuove aspettative di chi trova un lavoro e può finalmente progettare il suo percorso di vita e una maggiore capacità competitiva delle imprese sia in termini di costo che di competenze acquisite”.

Qual è il suo rapporto con Rimini e come giudica il sistema turistico della Riviera?
In Riviera ho trascorso indimenticabili vacanze, con gli amici e la famiglia. Questo rapporto si è rinforzato grazie al Meeting, diventato per me tappa fondamentale del percorso formativo e lavorativo. Il sistema turistico della Riviera è tra i meglio organizzati del Paese, come dimostra l’enorme offerta alberghiera e di servizi che il territorio è in grado di proporre”.

Chi è chi

Dal 2016 presidente di Confindustria, Vincenzo Boccia è nato a Salerno nel 1964 ed è amministratore delegato di Arti Grafiche Boccia, azienda di famiglia che opera da oltre 50 anni, con un fatturato di oltre 40 milioni di euro, per un terzo realizzato all’estero, e uffici anche in Francia, Germania, Danimarca e Libano. Dal 2010 è numero uno dell’Advisory Board per le Pmi presso Borsa Italiana.

confindustria.it

Vincenzo Boccia. There is a great need for fairs

On the occasion of the Rimini-based Meeting, Vincenzo Boccia, a communicator today at the helm of Confindustria, the General Confederation of Italian Industry, put forth again his solutions to promote growth and youth employment.

President Boccia, what developments can you forecast in the trade fair and conference sector?
Fairs and congresses are a very useful means of communication because they reproduce the traditional city square where the protagonists of different worlds meet and exchange ideas, solutions, projects, thus improving themselves. Not just business opportunities, but also cultural growth through which to spread and acquire knowledge in a direct and immediate way.
In a world of virtual communities, there is still great need to look into each other’s eyes and shake hands. In response to current trends, it will be useful to build platforms where the real and virtual worlds can become integrated for an ever better service to the benefit of the demand and supply sides“.

error: Content is protected !!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi