Seleziona una pagina

Ecomondo Brasil indica il percorso per la crescita di una cultura della sostenibilità in Sudamerica, stimolando lo spirito imprenditoriale attraverso tecnologie, contenuti e know-how avanzati. Nel 2017 appuntamento dal 24 al 26 ottobre presso il Transamérica Expo Center a Santo Amaro di San Paolo

Ecomondo Brasil 2016

ECOMONDO BRASIL, buona la seconda. Quella che si è svolta nell’ottobre scorso, a San Paolo, è stata un’edizione interessante, nella quale è emerso come il grande Paese sudamericano sia pronto a recepire i criteri della sostenibilità. Dopo la prima del 2016, questa edizione del progetto fieristico originato dall’entrata nella compagine societaria dell’evento Fimai da parte di Rimini Fiera (oggi, assieme a Fiera di Vicenza, Italian Exhibition Group) in partnership con l’editore Tecniche Nuove/Senaf, ha infatti colto la consapevolezza che questa area del Mondo sta velocemente maturando sul tema green.

La proposta é stata quindi quella di una manifestazione multisettoriale, in grado di mettere in contatto imprese di ogni settore con le prospettive della Circular Economy, grazie anche alla presenza di un Comitato Tecnico Scientifico per lo sviluppo di contenuti a vantaggio delle singole aree tematiche. L’edizione di quest’anno ha visto la presenza di 40 espositori italiani (una collettiva organizzata da ICE, con il prestigioso contributo di ISWA sui contenuti, che si aggiungevano a quelli predisposti dal Comitato Tecnico Scientifico di Ecomondo guidato dal professor Fabio Fava, oltre alla preziosa presenza del CIC – Consorzio Italiano Compostatori) e altri internazionali, provenienti da Paesi quali Cina, Germania, Polonia e Canada. In tutto Ecomondo Brasil ha accolto più di 4.000 visitatori altamente qualificati.

Le dichiarazioni delle autorità intervenute in fiera hanno evidenziato il carattere innovativo della manifestazione, capace di stimolare lo spirito imprenditoriale necessario a collocare il Brasile allo stesso livello dei Paesi europei, e di incoraggiare affari tra gli operatori del mercato ambientale in tutta l’America Latina. In questo senso le aziende italiane possono supportare lo sviluppo di una cultura green mediante la fornitura di tecnologie già consolidate in Europa e di know-how avanzato.

Il prossimo anno la manifestazione si terrà nei giorni 24, 25 e 26 ottobre, presso il Transamérica Expo Center a Santo Amaro. Per l’edizione 2017 l’obiettivo è di affermare ancor più l’appuntamento puntando su due driver: Waste to Energy e Technology Waste. La fiera punta a essere riferimento dei professionisti del mercato e delle istituzioni, fornendo le soluzioni più adeguate a tutela dell’ambiente e per la promozione della sostenibilità, con il supporto dei partner, degli espositori e dei visitatori, a vantaggio del loro business e di un orizzonte internazionale.

fimai.com.br

LO STATO DEI RIFIUTI IN BRASILE

Nel luglio scorso a Bologna è stato presentato il Rapporto sullo stato dei rifiuti in Brasile, oltre alle opportunità di sviluppo per le aziende italiane in un mercato in forte espansione.

Lo studio, commissionato da ICE Brasile e curato da ABRELPE (Associação Brasileira de Empresas de Limpeza Pública e Resíduos Especiais), evidenziò tre aspetti fondamentali: più del 65% dei rifiuti urbani in Brasile è gestito da aziende private; la strategia guarda alla produzione di compostaggio e biogas, settori nei quali l’Italia è un paese leader; esistono grandi aree urbane nelle quali pianificare la messa in opera di nuovi impianti.

In Brasile il rapporto tra i rifiuti prodotti e la raccolta degli stessi ha raggiunto un indice del 90,6%, ma ci sono fortissime discrepanze tra le diverse regioni geografiche, mentre poco più di 7 milioni di tonnellate di rifiuti non sono stati raccolti ed hanno avuto una destinazione sconosciuta o inadeguata rispetto a quanto indicato dalla legislazione.

Per superare queste problematiche, il Brasile sta equipaggiandosi con normative e direttive sul fronte ambientale, sovente in linea con quelle già adottate in Europa, in particolare sul fronte della salvaguardia dell’ambiente e delle sue risorse, sul frazionamento e la valorizzazione dei rifiuti.

LATIN AMERICA GOES GREEN

Ecomondo Brazil paves the way for the culture of sustainability in South America by stimulating entrepreneurship through technology, content, and advanced European know-how. In 2017, the event will be held from 24th to 26th October at the Transamerica Expo Center in Santo Amaro, Sao Paulo

Brazil is ready to acknowledge the criteria of sustainability. Confirmation arrives from San Paolo, where the Expo Center Norte recently hosted the presentation of Ecomondo Brasil 2017. The expo will be held on 24th, 25th and 26 October, at the Transamérica Expo Center of Santo Amaro, San Paolo.

Participants in the meeting were reminded that modern expos are very different from those held in the past: nowadays, trade fairs are also important means for communicating and developing contents. Ecomondo, the sector’s most important expo in Italy and second in Europe, has made scientific conferences one of its main assets. As is known, the model is based on the work of its Technical Scientific Committee, which during the whole year, prepares high profile technical contents that will then be discussed at the expo.

The proposal of Ecomondo Brasil is that of a multisectoral expo, which brings enterprises from every sector into contact with the prospects of green and circular economies, and features the participation of a Technical Scientific Committee for the development of contents that are advantageous for the various individual thematic areas.

For the 2017 edition, there will be two drivers: Waste to Energy and Technology Waste, with the development of other topics. The expo aims at being the reference point for professionals on the market and in the institutions, providing the most suitable solutions to safeguarding the environment and promoting sustainability, with the support of the event’s partners, exhibitors and visitors, to the advantage of their business and an international horizon.

It must be remembered that this years’ edition featured the participation of 40 national and international exhibitors, from countries such as Italy, China, Germany, Poland and Canada, and was attended by over 4,000 highly qualified visitors.

Statements by the authorities attending highlighted the innovative nature of the event, able to stimulate the “green” entrepreneurial spirit that is necessary for putting Brazil on the same level as European countries, and encouraging business between companies involved in the environmental market in the whole of Latin America.

fimai.com.br

error: Content is protected !!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi