Seleziona una pagina

Record di visitatori esteri per la più importante rassegna internazionale sulla fornitura all’industria ceramica e del laterizio che chiude la sua 25a edizione confermandosi fiera più visitata dagli operatori mondiali con 33.395 presenze professionali (+ 4%) da oltre 100 Paesi

La 25a edizione di TECNARGILLA, la più importante rassegna internazionale dedicata alle tecnologie per la ceramica e il laterizio, ha chiuso il sipario alla Fiera di Rimini confermandosi la fiera più visitata dagli operatori internazionali, intervenuti per la prima volta in numero maggiore rispetto agli italiani. Un record che conferma l’internazionalità di TECNARGILLA, non solamente tra le fiere di settore, ma tra le manifestazioni fieristiche in generale.

Dal 26 al 30 settembre scorsi i visitatori stranieri sono infatti stati 16.764, in crescita del +6,3% rispetto alla precedente edizione e pari al 50,3% del totale. Gli operatori italiani hanno invece registrato 16.631 presenze, in crescita dell’1,7% e pari al 49,7% del totale. Complessivamente la fiera ha visto la partecipazione di 33.395 visitatori provenienti da oltre 100 Paesi del Mondo (+4% rispetto all’edizione 2014). L’internazionalità della manifestazione è stata confermata anche sul fronte espositivo. Delle 430 aziende presenti in fiera, distribuite su 80.000 mq di superficie espositiva (+ 7% sul 2014), il 40% proveniva da 26 nazioni.

Palpabile la soddisfazione di tutte le aziende presenti all’interno delle 4 sezioni tematiche (Tecnargilla, Kromatech, Claytech e T-White) che hanno tracciato un bilancio decisamente positivo in termini di qualità e quantità dei visitatori nonché di nuovi contatti acquisiti. Il pubblico giunto agli stand è stato infatti definito dalle aziende “altamente profilato con interessi concreti a sviluppare nuovi rapporti commerciali”.

Di particolare efficacia in questo senso anche l’iniziativa dei Business Meeting, organizzata da Italian Exhibition Group e Acimac con il supporto del MISE e Ice-Agenzia, che ha consentito di invitare a Rimini buyers stranieri. Sono stati infatti oltre 1.500 gli incontri bilaterali tra aziende espositrici e delegati internazionali. In fiera, per incontrare il meglio dell’innovazione tecnologica dedicata alla ceramica e al laterizio, erano presenti importanti produttori di piastrelle, sanitari e laterizi provenienti da 27 paesi (Algeria, Angola, Argentina, Azerbaigian, Cina, Colombia, Corea, Egitto, Filippine, India, Indonesia, Iran, Iraq, Kazakistan, Malesia, Marocco, Messico, Palestina, Paraguay, Perù, Polonia, Russia, Tailandia, Tunisia, Turchia, Ucraina e Vietnam).

A decretare il successo di affluenza certamente la numerosità delle innovazioni proposte dalle aziende espositrici che hanno svelato in anteprima i nuovi traguardi della tecnologia futura insieme ai trend estetici in ceramica, arredo e architettura. Soluzioni d’avanguardia, progettualità, know how, frutto di un costante impegno in ricerca e sviluppo, sono stati il filo conduttore della rassegna riminese, un’edizione che ha mostrato tutto il suo dinamismo portando in scena l’eccellenza del settore.

In mostra sistemi flessibili e modulari in grado di produrre lastre sempre più grandi con formati e spessori differenti; soluzioni per tutte le fasi del processo produttivo, dalla formatura e cottura alla decorazione, finitura, movimentazione e stoccaggio. Non sono mancate le nuove tecnologie full digital sempre più spinte anche sulle superfici strutturate, sistemi per il risparmio energetico con l’estensione delle tecnologie a secco anche alle fasi di finitura del prodotto a cui si sono affiancati un’automazione sempre più sofisticata e un design digitalizzato e personalizzato in linea con la domanda del mercato.

A TECNARGILLA hanno fatto il loro ingresso anche i paradigmi dell’Industria 4.0, da alcuni anni allo studio delle aziende produttrici di impianti: concetti innovativi come manutenzione predittiva, condition monitoring, teleassistenza, tracciabilità e logistica, applicati concretamente al ciclo produttivo per convertire il processo ceramico verso la digitalizzazione totale.

Tecnargilla è l’unico appuntamento al Mondo capace di radunare il meglio dell’offerta tecnologica ed estetica e l’edizione appena conclusa ne è l’ennesima testimonianzadichiara il Direttore Generale di Acimac, Paolo Gambuli –. Le nostre aziende hanno incontrato a Rimini il top delle management più grandi aziende italiane e straniere produttrici di piastrelle e laterizi confermando che la nostra manifestazione non è solamente rivolta al personale tecnico delle aziende ma anche a quelle figure decisionali che definiscono strategie e piani di sviluppo tecnologici, produttivi ed estetici”.

La manifestazione ha confermato anche quest’anno la sua leadership mondialeprosegue il Presidente di Italian Exhibition Group, Lorenzo Cagnoni -. Rimini è stata per cinque giorni capitale e culla dell’innovazione in ceramica confermando la sua capacità di accogliere un evento di portata mondiale che richiama migliaia di operatori da tutti i continenti”.

Intenso anche il calendario degli eventi collaterali che ha riproposto, per la terza volta presso il quartiere fieristico riminese, l’atteso Meeting Annuale sulle Tecnologie di Decorazione Digitale di Piastrelle Ceramiche (ottava edizione). Oltre 450 professionisti internazionali hanno gremito la Sala Neri, dove è stato fatto il punto sullo stato dell’arte di una tecnologia in costante evoluzione, aprendo lo scenario anche ai possibili sviluppi futuri. Marcato anche l’interesse per il convegno Il mercato internazionale delle materie prime ceramiche in Europa, organizzato da Società Ceramica Italiana in collaborazione con Acimac e Tecnargilla.

L’estetica è stata di nuovo grande protagonista nel Ceramic Workshop, contenitore di mostre ed eventi su stimoli materici e tendenze colore future, curata dallo studio di architettura Azzolini Tinuper, quest’anno intitolato Ceramic Bang. La mostra ha messo in risalto l’evoluzione del mondo della ceramica dai suoi esordi fino alle altissime definizioni materiche odierne e ha ospitato anche sezioni espositive di IED Lab, l’Area Museo Internazionale delle Ceramiche di Faenza (MIC), e il Tecnargilla Design Award, il concorso che premia le migliori idee e progetti innovativi finalizzati a un uso sempre più ampio e non convenzionale del materiale ceramico.

TECNARGILLA tornerà nel 2018 per un nuovo appuntamento con l’innovazione.

25 ANNI DI SUCCESSI DA LEADER MONDIALE

Il 29 settembre scorso, all’interno del quartiere fieristico riminese, TECNARGILLA ha festeggiato l’importante tappa delle 25 edizioni. Un percorso delineato da successi, partito nel 1976 con la prima edizione della fiera e proseguita cavalcando ritmi di crescita costanti che l’hanno portata in breve tempo a conquistarsi la leadership mondiale tra le fiere di settore.

Le tappe storiche di TECNARGILLA e il suo concept innovativo sono stati riportati nel libro di Harald Bathelt, Francesca Golfetto e Diego Rinaldo dal titolo Trade Show in the Globalizing Knowledge Economy (Oxford University Press – 2014) in cui gli autori hanno messo in evidenza l’importante ruolo degli eventi fieristici nell’economia globale. Gli ospiti sono stati intrattenuti da un ricco buffet, accompagnato da performance di artisti e spettacoli ad alto contenuto scenografico.

TECNARGILLA DESIGN AWARD

Il 27 settembre 2016 ha avuto luogo la premiazione del Tecnargilla Design Award, il concorso istituito da Acimac e Italian Exhibition Group per consacrare le ultime innovazioni tecnologiche applicate all’industria ceramica. Le aziende partecipanti si sono cimentate quest’anno col tema Luci e ombre, presentando progetti innovativi e originali realizzati utilizzando tutte le tecnologie, i colori, i decori e le finiture che concorrono a determinare l’estetica delle piastrelle di ceramica.

Progetto vincitore è stato Mutant di System, premiato per la sua capacità di rispondere in modo ottimale ai cinque requisiti richiesti dalla giuria esaminatrice ossia estetica, versatilità, commerciabilità, originalità e contenuto innovativo tecnologico. L’evento ha visto la partecipazione di dodici aziende costruttrici di macchine e colorifici: Colorobbia Italia, Digital Design, Emar Impianti, Esmalglass Itaca, Esmaltes, LB Officine Meccaniche, Metco, Sacmi, Sertile, Surfaces, System Group e Torrecid Group.

TECNARGILLA AS THE CRADLE OF 4.0 INDUSTRIAL INNOVATION

A record number of foreign visitors at the leading international exhibition devoted to the ceramics and brick industry, whose 25th edition confirming its role as the most visited sector show with 33,395 professional attendees (up 4%) coming from over 100 countries

The twenty-fifth edition of Tecnargilla, the most important ceramic and brick industry supplies exhibition in the world, ended confirm the leading position of the exhibition organised by Acimac (the Association of Italian Manufacturers of Machinery and Equipment for Ceramics) and Italian Exhibition Group SpA in terms of both the number and quality of the innovations proposed by the exhibiting companies and of the number of exhibitors and visitors.

The optimism that was already tangible in the 12 halls occupied from the first hours of opening was shown to be well founded by the closing data. Tecnargilla 2016, from 26th to 30th September 2016 at the Rimini Expo Centre, saw the participation of 33,395 visitors from more than 100 countries worldwide: a figure that means 4% growth with respect to the 2014 edition.

The international operators outnumbered the Italians for the first time, a record that confirms Tecnargilla’s international character, not only among the exhibitions of the sector, but exhibitions in general. There were 16,764 foreign visitors, growth of 6.3% with respect to the previous edition and equal to 50.3% of the total. There were instead 16,631 Italian operators, growth of +1.7% and 49.7% of the total.

The international character of the exhibition was also confirmed in terms of the exhibition itself: of the 430 companies at the exhibition, spread over 80,000 m² of display area, 40% came from 26 countries.

Tecnargilla is the only event in the world capable of bringing together the best of the technological and aesthetic offering, and the edition that has just come to a close demonstrates this once again,” states Acimac Managing Director Paolo Gambuli. “At Rimini, our companies have met with the top management of the biggest Italian and foreign companies producing tiles and bricks, confirming the fact that our exhibition is addressed not only to the technical staff of companies, but also to the decision makers who define strategies and plans for technological, production and aesthetic development. Also fundamental was the support of the Italian Ministry of Economic Development and the Italian Trade Agency, which allowed us to boost international promotion and invite profiled buyers from emerging countries to Rimini”.

There were more than 1,500 bilateral meetings of exhibiting companies and international representatives.

This year too, our exhibition has confirmed its global leadership,” continues the Chairman of Italian Exibition Group Spa, Lorenzo Cagnoni. “For five days, Rimini has been the capital and cradle of ceramics innovation, confirming its capacity to host an event that’s global in scope and draws thousands of operators from every continent”.

The next edition of Tecnargilla is set for the end of September 2018 in Rimini.

error: Content is protected !!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi